Covid crisi anche i tassisti di New-York

93

La crisi durava da tempo ma tutto si è amplificato con il Covid che ha tagliato le corse dei taxi gialli della città di New York. Ma la grande mela ha teso la mano lanciando un fondo da 65 milioni di dollari. Ogni tassista potrà accedere a 29.000 dollari di prestito per ristrutturare il debito accumulato per ottenere il ‘medallion’, ovvero la licenza per operare. I medallion anni fa valevano fino a 1 milione di dollari ma con l’arrivo di Uber e società simili il loro valore è crollato sotto i 200.000 dollari, lasciando agli autisti di taxi un maxi debito da pagare.   L’iniziativa del sindaco Bill de Blasio è stata criticata dall’associazione di categoria dei taxi, che la ritiene inutile per far fronte alle difficoltà. Secondo le stime, i tradizionali taxi gialli in circolazione a New York 3 mesi fa erano 5.400. A gennaio 2020 erano 20.000. Significativo il calo del guadagno giornaliero sceso: circa 128 dollari rispetto ai 169 di un anno fa.