Nel 2019. La cura trump funziona Stati Uniti, creati 2 milioni di posti

179
Official portrait of President Donald J. Trump, Friday, October 6, 2017. (Official White House photo by Shealah Craighead)

Donald TrumpL’ economia degli Stati Uniti continua a creare posti di lavoro: oltre 2,1 milioni nel 2019- E’ il decimo anno consecutivo che vede la crescita degli impieghi. Una cosa mai vista in ottanta anni di statistiche, secondo Le Figaro. La stima ufficiale si basa sulle cifre di dicembre del dipartimento del lavoro e potrebbe essere rivista nelle prossime settimane.Per il momento, i sondaggi dell’ufficio di statistica del lavoro hanno rilevato soltanto 145 mila nuovi posti di lavoro il mese scorso, meno del previsto. E anche le stime dei risultati eccellenti di novembre e di ottobre 2019 sono state riviste in leggero ribasso, secondo quanto ha riportato Le Figaro.

Nel 2018, l’economia degli Stati Uniti, ancora dopata dalle basse tasse, aveva creato 2,68 milioni di nuovi posti di lavoro. La difficoltà a trovare manodopera è un fatto che spiega il rallentamento dell’occupazione nel 2019. Ma i 18 mesi di guerra commerciale con la Cina hanno influenzato anche gli investimenti e le assunzioni, in particolare nel settore manifatturiero. Quest’ultimo conosce una contrazione da cinque mesi. Comunque, nel 2019, sono stati creati 46 mila posti di lavoro in questo settore manifatturiero così caro al presidente Donald Trump. L’anno prima, gli impieghi nel manifatturiero erano balzati di 264 mila unità.

La tregua nella resa dei conti con la Cina, che dovrebbe concretizzarsi con la firma di un accordo commerciale provvisorio (Fase 1), domani, permetterà di ridurre alcuni dazi. C’è di che favorire il ritorno degli investimenti e della crescita industriale in un contesto dove il tasso di disoccupazione, sceso al 3,5%, il più basso degli ultimi 50 anni, mantiene solidi i consumi.