New York si tinge di rosé, grazie ai vini della Puglia

0
180

Road show Usa dell’Associazione Puglia in Rosé, per promuovere la Regione e il Made in Italy

I vini rosati della Puglia si fanno conoscere a New York grazie agli sforzi dell’Associazione Puglia in Rosé, realtà dedicata a questa tipologia di vini.

In un mese di road show nella metropoli americana, l’associazione fondata e diretta da Lucia Nettis ha “socializzato” con i principali attori del food e wine della East Coast degli Stati Uniti. I rosati pugliesi sono stati gustati al Beacon Theatre del Saratoga National Golf Club per il «Live the Opera’s Soul», alla finale del torneo di Polo Usa (la Monty Waterbury Cup), a un ricevimento organizzato dalla Foreign Policy Association e a una “Wine Dinner” creata in collaborazione con la rivista specializzata «Wine Enthusiast», che conta oltre 800mila lettori in tutto il mondo, nel ristorante newyorchese “Lupa” (del gruppo Batali & Bastianich). Tutto questo anche in collaborazione con la Camera di Commercio Italia-Usa.

Gli appuntamenti per fare conoscere i vini rosati di Puglia in Usa continuano: dal 25 al 27 giugno verranno sorseggiati in degustazioni durante la 63esima edizione del Summer Fancy Food. L’appuntamento è all’interno dell’Italian Lounge, il Wine Bar tematico organizzato da Vinitaly International Academy, che ha organizzato anche tre Executive Wine Seminar all’Astor Center dal 26 al 30 giugno, sempre all’insegna del rosé. Il 27 giugno ci sarà poi una cena esclusiva al New York Yacht Club, tra i più antichi club del mondo (fondato nel 1844), organizzatore di molte edizioni dell’America’s Cup. Puglia in Rosé organizzerà una degustazione di vini rosati pugliesi, rivolta a un numero ristretto di ospiti molto selezionati, con l’obiettivo di potenziare la presenza dei rosati pugliesi all’interno dei ristoranti del Club. Per l’occasione saranno presenti il Commodoro Mr. Tim Mc Cormick e il console generale di New York, Francesco Genuardi.

“L’intento è come sempre quello di condividere, insieme alle aziende vitivinicole pugliesi e ai partner commerciali e istituzionali, il percorso di valorizzazione del vino rosato pugliese nel mondo”, ha dichiarato la direttrice dell’Associazione Puglia in Rose’. “In particolare la strategia prevede l’introduzione negli Stati Uniti dei vini rosati pugliesi, allo scopo di favorirne l’importazione e la distribuzione, oltre alla vendita al dettaglio”, ha aggiunto Nettis spiegando di avere riscontrato non solo interesse “ma anche una vera e propria passione al nostro prodotto da parte del pubblico newyorchese che abbiamo trovato sempre più attento e selettivo. In generale riteniamo questa iniziativa una straordinaria occasione per le attività di promozione internazionale del brand Puglia, per accrescere cultura e prestigio e creare prospettive di sviluppo economico per il vino rosato pugliese e qualificarne l’immagine come produzione d’eccellenza Made in Italy”.

 

america24.com