La Masseria di Giovanni Cascone

0
228

L’azienda si trova nell’altopiano ragusano, in Sicilia. Si produce ricotta, provole e caciocavallo. Quel luogo, durante la II Guerra Mondiale, fu sede del posto di blocco 452 presidiato da valorosi soldati.

Percorreva sei chilometri a piedi ogni mattina per recarsi nella piccola scuola di campagna che lo avrebbe accompagnato dall’infanzia ai primi anni della sua adolescenza; “in quarta elementare io ero l’unico alunno” dice con un po’ di fierezza Giovanni Cascone  imprenditore agricolo ragusano classe ’58, che ha deciso di raccontarci la sua storia imprenditoriale.

Bambino tenace prima, ragazzo ribelle poi. A ventanni comincia a mettere nero su bianco i suoi progetti importando  bestiame dalla Francia. Tutto questo durò poco e tornò al suo primo amore. “Volevo essere indipendente – ci racconta– ma questa esperienza segnò fortemente tutta la mia vita, così ritornai a fare l’allevatore di mucche, cosa che sapevo fare bene  grazie a quello che mi aveva trasmesso mio padre a mia insaputa”.

Un matrimonio felice quello datato 1984 con Cettina, due anni dopo la nascita di Valentina “cresciuta con “pane cuottu e ciripà” (pane cotto e pannolini di stoffa)”.

La svolta era vicina. Nel 1989 la famiglia Cascone riceve per la prima volta nella storia di Ragusa l’autorizzazione  per svolgere l’attività agrituristica “da qui – prosegue il padrone di casa con un pizzico di orgoglio –  la grande volata coronata poi con  l’arrivo di Nicoletta”. L’azienda denominata “La Masseria” si trova nell’altopiano ragusano e durante la II Guerra Mondiale fu sede del posto di blocco 452 presidiato da valorosi soldati che combatterono e sacrificarono la vita per la Patria, qui i Cascone dal latte del loro bestiame producono in loco ricotta calda e salata, provole e caciocavalli di diverse stagionature.

Un luogo affascinante, dunque, ricco di storia e sapori. Giovanni ha la “pelle dura” e grazie alla sua famiglia “speciale ha superato tante battaglie”.  Cercare  idee che ci differenziano dagli altri. Insomma: reinventarsi ogni giorno. La Masseria non è una semplice azienda agrituristica, è un pezzo di storia. Un luogo dove Cascone ha vissuto molti “momenti felici e sono proprio questi ad incoraggiarci – conclude ad andare avanti”. Momenti felici a cui aggrapparsi uno dopo l’altro, come quei lunghi passi che giorno dopo giorno hanno condotto il piccolo Giovanni verso la scuola della vita.

 

by Federica Campilongo