Brasilia, la capitale della speranza

0
247

Progettata da Lucio Costa, la città  è stata costruita in tempi record. Patrimonio dell’Unesco: è tra le mete preferite degli appassionati di architettura.

A bruciare le tappe sono stati particolarmente bravi: Brasilia è un capolavoro e un risultato formidabile andato davvero oltre le più rosee aspettative. Cinquant’anni di crescita, sviluppo e progresso in soli cinque anni non è roba da fantascienza, ma è oggi la capitale federale del Brasile, appunto.

Modernissima, elegante e contemporanea. Sorge nell’area centromeridionale del Paese a ridosso dell’altopiano di Goiás ad un altitudine di 900 metri. La sua costruzione, avviata nel 1957 durante la presidenza di Juscelino Kubitschek e conclusasi con l’inaugurazione nel 1960, non fu solo quella di una città pianificata, ma quanto di una capitale pianificata. La sua realizzazione, infatti, nacque dall’esigenza, anche di natura logistica, di sostituire nella funzione di capitale Rio De Janeiro, ormai divenuta  troppo affollata e periferica.

Oggi è l’epicentro dei poteri della politica del paese e in cui hanno sede i palazzi del Governo, dell’amministrazione pubblica, dell’economia e delle ambasciate. Fra i beni protetti dall’Unesco la capitale Brasilia è anche considerata dai brasiliani come una sorta di città ‘riscatto’, capace di conferire una nuova e futuristica immagine del Paese, immagine che guardi, appunto, nella direzione del rilancio e dello sviluppo per il prossimo avvenire.

Tra le curiosità della città la sua particolare forma ad uccello o ad aeroplano, in cui in ciascuna delle porzioni si dividono le diverse tipologie di sedi. Lungo la ‘fusoliera’ si raggruppano infatti i palazzi istituzionali; mentre nelle ‘ali’ si trovano le zone residenziali, insieme alle aree commerciali, banche e abitazioni. Ma il fiore all’occhiello della città è rappresentato senza dubbio dalle straordinarie opere di architettura moderna, prima fra tutte la piazza dei “Tre Poteri” in cui si collocano: la Cattedrale Metropolitana, quasi tutta sotterranea e progettata dall’architetto Oscar Niemeyer, i palazzi del Governo e della Corte Suprema di Giustizia e il Palazzo dell’Aurora, utilizzato come residenza presidenziale. La sua centralità si rivela inoltre strategica anche sul piano infrastrutturale: sono presenti infatti importanti collegamenti stradali e ferroviari con numerose città fra cui São Paulo.

by Erika Intrisano